Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione nel web e offrire servizi in linea con le proprie preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei cookie.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare su "Maggiori informazioni"

MIUR

Piccolo Atlante della Corruzione

Martedì 5 febbraio 2015 al Ministero dell’Istruzione, una delegazione di studenti delle classi 4°A e 5°A del Liceo Tacito, accompagnati dalla preside, prof. Giuliana Mori, e dalla prof. Laura Maria Teodori, hanno partecipato alla cerimonia per la firma della Carta d’Intenti tra MIUR, ANM (Associazione Nazionale Magistrati), ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) e DNA (Direzione Nazionale Antimafia) volta a: Educare alla legalità e alla deterrenza, al controllo e al contrasto dei fenomeni mafiosi e di criminalità organizzata.

Il Ministro Stefania Giannini (MIUR), e i magistrati Rodolfo Sabelli (ANM), Raffaele Cantone (ANAC) e Franco Roberti (DNA), hanno presentato il nuovo progetto, su scala nazionale, del Piccolo Atlante della Corruzione   2014-2015, rifacendosi al lavoro pilota del 2013/2014 condotto da cinque scuole di Roma e del Lazio, tra cui il Liceo Tacito, coordinato da Beatrice Ravaglioli (Giustizia e Libertà, circolo di Roma).
Il MIUR ha deciso di istituzionalizzare il nostro lavoro sperimentale e di inserirlo nel programma di riforme La Buona Scuola, facendone un progetto nazionale.